Il Tortellino

_N3A4626
_N3A4630
_N3A4605
_N3A4609
_N3A4611
_N3A4617
_N3A4558
_N3A4562
_N3A4564
_N3A4567
_N3A4573
_N3A4577
_N3A4597
_N3A4603

LA SCHEDA

Chi può permettersi di dire di avere le “mani in pasta” meglio del TORTELLINO! Se c’è una Ditta che può legittimamente fregiarsi del titolo di uno tra i migliori pastai della Sicilia è proprio quella della famiglia Oddo che da generazioni ha appunto, le mani in pasta e non solo. In effetti, le competenze di questi artigiani del cibo spaziano dalla “busiata” (specialità di pasta del trapanese), alla tavola calda da street food, dalla cassata siciliana ai biscotti di fico, dal singolo arancino ai servizi di catering: il gusto del gourmet declinato in centinaia di ricette.

Dopo aver preso la decisione di dare nuovo lustro al punto vendita, il responsabile della Ditta, il Sig. Fabio Oddo, ha pensato bene di consultarci per la ristrutturazione del locale con l’obiettivo di avere a che fare con un arredatore serio e affidabile come la propria deontologia professionale. Avendo l’onore di essere stato scelto abbiamo messo in opera, insieme alla mia squadra, un maquillage degno di rispetto, senza dimenticare i sostanziali apporti strutturali e tecnici necessari alla soddisfazione delle esigenze del cliente, e dei clienti del cliente. Dopo aver prodotto personalmente circa 5 soluzioni progettuali, insieme abbiamo scelto una soluzione che contemplasse i suggerimenti proposti dal Sig. Oddo per rendere ancor più “indossabile” il vestito proposto. La mia consulenza doveva tener conto di un attività molto complessa e strutturata con varie articolazioni alimentari; in effetti, si doveva dare spazio e visibilità ai vari reparti di pasticceria, biscotti, pasta fresca e gastronomia, aggiungendo nuovi servizi.

Degna di menzione è stata la proposta di inserire nell’offerta alla fedele clientela, anche un servizio di pasta pronta; preparazione a vista di primi piatti rigorosamente di pasta, spadellati di fronte al cliente: praticamente un appetitoso “pasta point”. Poi il cliente ha pensato bene di inserire anche un piccolo reparto pizza su teglia. Insomma, dolce e salto per tutti i gusti e tutte le tasche con le migliori ricette della migliore tradizione gastronomica siciliana.

I metri lineari di banchi vetrina sono rimasti quasi gli stessi rispetto a prima ma, abbiamo aumentato di molto i posti a sedere per rendere più comoda la fuizione del servizio e modernizzare il locale avvicinandosi a canoni di civiltà e benessere. Poi, dopo aver analizzato e concluso l’iter relativo alla migliore disposizione possibile per i vari reparti e servizi, rispettando i sacrosanti criteri di ergonomia, logistica, visibilità commerciale e funzionalità; si è dato risalto e importanza alla parte estetica con l’intervento dell’architetto Marchingiglio Lorena che ha dato prova di sapiente scelta e calibrazione di componenti, colori, materiali, forme per dare una chiave di lettura estetica armoniosa ed elegante.

Tra l’altro, va ricordato che tale scelta è stata resa complessa dalla richiesta della committenza di mantenere il pavimento esistente e parte del controsoffitto esistente ponendo dei vincoli alla creatività. Comunque, il risultato positivo è sotto gli occhi di tutti, eseguendo progettazione, allestimento, consegna, montaggio e collaudo in tempi molto stretti, siamo riusciti ad avere commenti entusiastici non solo dal cliente ma anche dagli avventori che molte volte hanno ripetuto anche più di tre volte, aggettivi qualificanti e gratificanti.

I materiali utilizzati sono stati dei laminati riproducenti corten, rovere grezzo e pietra, placcati su strutture in listellare. Complimenti alla sensibilità del Sig. Oddo che ha accettato un mio suggerimento relativo all’applicazione alle pareti di verde stabilizzato che ha dato un tocco di raffinatezza in cespuglietti di verde chiaro.

Per ciò che concerne la parte tecnica, facciamo dei complimenti alla Frigomeccanica per aver creato queste nuove vetrine che prendono il nome di “Giulia”, che hanno una buona capacità espositiva e di stoccaggio. Esse hanno un nuovo sistema di illuminazione integrato nei montanti rivolto verso il prodotto esposto senza disturbare il cliente osservante. Si è scelto di avere la sovrastruttura in alluminio che regge i vetri ed i ripiani espositivi in vasca di colore nero per far risaltare i prodotti esposti. Fantastico il top in vetro superiore profondo ben 45 cm, il quale permette di utilizzarlo comodamente come appoggio merce, esposizione, rendiresto. Una vetrina molto bella ed imponente che permette l’aumento della capacità espositiva e il miglioramento netto della visibilità del prodotto.

In merito al banco preparazione pasta, va detto che è stato fatto interamente su misura in acciaio inox e legno con l’inserimento di diverse apparecchiature quali: un cuocipasta da 25 lt, due piastre a induzione, un tavolo da lavoro refrigerato insieme ad un porta vaschette condimenti. Tutto in 140 cm.

Ottima è stata l’idea di creare dei tavolini richiudibili per avere più spazio nel locale in particolari momenti dell’anno. Tanti auguri al “nuovo Tortellino” e alla Barbera arredamenti, per aver contribuito a creare una nuova pietra miliare per gli occhi e per il gusto. 

(Lavori consegnati il 6 luglio 2018)